mercoledì 25 novembre 2009

Un quarto di secolo fa



Celebrazione in tempo reale del 25° anniversario di Do they know it's Christmas?
Erano infatti le 23 ,ora di Londra del 25 novembre 1984, quando nello studio di registrazione di Trevor Horn,messo a disposizione gratuitamente per 24 ore ,terminava l'incisione di questo brano scritto da Bob Geldof e Midge Ure.
Per l'occasione era stato riunito quasi tutto il meglio della musica pop d'oltremanica sotto il nome di Band Aid,un progetto che avrebbe stimolato qualche mese dopo il gemello americano U.S.A. for Africa e che sarebbe sfociato nel luglio dell'85 nell'evento globale Live Aid con i 2 concerti fiume di Wembley e Philadelphia.Per i collezionisti di vinile assolutamente imperdibile il 45 giri originale dell'epoca con incisa sulla side B del singolo una serie di auguri da parte dei protagonisti tra cui spiccavano il discorsetto di David Bowie e la mitica frase da vero farmer delle Highlands scozzesi di Stuart Adamson ( Big Country ):"Feed the people ,stay alive!".

16 commenti:

Harmonica ha detto...

Eh eh caro Eu, ho quel vinile, quanto sei disposto a pagare? ;-))

Mat ha detto...

Grande pezzo (anche se gli preferisco il "cugino" We Are The World), che anch'io ho su 45 giri. In effetit il lato B è anch'esso memorabile, con un gracchiante Holly Johnson che esclama ''feed the world, ha, ha, ha, ha!''.

listener ha detto...

forse anche per i collezionisti di delusioni... ;o)

Euterpe ha detto...

@ harmonica
mi sono premunito 25 anni fa e lo conservo gelosamente
@ mat
in effetti è un bel derby!
@ listener
non penso certo che si tratti di un capolavoro dell'arte però conserva il suo significato quantomeno di documento storico.

silvano ha detto...

Non un capolavoro, molto meglio di We Are The World - We Are The Children senz'altro più ipocrita, ma mi piaceva. Che sia che a Natale ci sentiamo più buoni e che pensare ai bambini che muoiono di fame ci fa sentire più mistici?
Una fetta di panettone anche a te povero disgraziato? M'avanza...
ciao, silvano.
P.S. porta pazienza, ma oggi gira così, son acido.

Euterpe ha detto...

@ silvano
quando si è così generalmente si dà il meglio.
Meglio acidi che amorfi!

Alberto ha detto...

Avevo quel vinile. Chissà chi ce l'ha adesso e non me l'ha più ridato indietro.

Resto In Ascolto ha detto...

Ho saputo che Bono Vox sta per lanciare una nuova canzone AID; il titolo è (a mo' di Elio): "ma loro lo sanno quanti milioni di dollari abbiamo speso per il tour di quest'anno?" e la copertina del singolo ritrae gli U2 che fanno il gesto dell'ombrello ad un gruppo di Boveri Negri... e poveri noi ...

Euterpe ha detto...

@ resto in ascolto
gli u2 sono un caposaldo della mia gioventù,oggettivamente da quando Bono si è messo fare il "santone" mi ha abbastanza annoiato,ed hai ragione sulle spese non proprio morigerate dell'ultimo tour

Resto In Ascolto ha detto...

anche della mia. una mattina mio fratello maggiore tornò a casa per una licenza militare e mi portò una cassetta (maxell C90 le mie preferite) side A War, side B Unforgettable Fire. Ero così contento. La portai con me in chiesa convinto o per paura che qualcuno me la potesse portare via o peggio cancellarla (ho una sorella piuttosto maldestra). Le spese del tour sono state così elevate ... (eh a ben pensarci avrebbero dovuto chiamare questo "Elevation Tour") che hanno fatto incazzare anche il buon David Byrne! (altro mio caposaldo giovanile)

Euterpe ha detto...

@ Resto In Ascolto
Le maxell c 90 meriterebbero un post per l'opera divulgativa che hanno svolto!

la stanza in fondo agli occhi ha detto...

Canzone mitica, imperdibile, un cd di Natale senza non è un vero cd di Natale.
Vero che forse i propositi poi non si realizzano, ma credo sia già posotivo porsi degli obiettivi in modo sincero.

giardigno65 ha detto...

è passato tutto questo tempo ? e il povero boy george ...

Euterpe ha detto...

@ giardigno 65
il povero boy george credo che abbia appena finito di scontare una pena detentiva per una delle tante stupidaggini che ha commesso negli ultimi anni

mrmontag ha detto...

Uno dei pochi pezzi nati per beneficenza che riesco ad apprezzare (mi piace anche il rifacimento di qualche anno fa)...non mi è mai piaciuta We are the world, per niente.
Feed the world!

andrea sessarego ha detto...

Sempre a proposito di Bono, era toccato a lui cantare il verso più ambiguo "well, tonight thank God it's them instead of you" (beh, stanotte ringraziamo Dio che tocca a loro invece che a te). A me piacevano un sacco gli U2, ma quando nel tour di "Zooropa" si è inventato il personaggio di McPhisto, rubando l'idea della giacca e cornina di paillettes a Marc Almond (vedi copertina di "Vermin In Ermine" di 8 anni prima) e nessuno dei valenti giornalisti al seguito l'ha detto, anzi tutti a complimentarsi per l'originalità dell'idea, con loro ho chiuso.