giovedì 16 giugno 2011

Maradona è meglio di Messi




Da sempre nello sport, e quindi soprattutto nel calcio, c'è l'irresistibile tendenza a fare paragoni tra i vari campioni delle diverse epoche per stabilire chi sia stato il più grande di tutti i tempi.

I nomi più gettonati sono sempre gli stessi : si inizia con Meazza si passa a Di Stefano per poi arrivare a Pelè e Maradona. Inevitabilmente, visti i titoli vinti negli ultimi anni, a questa nobile schiera si è aggiunto Lionel Messi, il fuoriclasse argentino che milita nel Barcellona.

Da malato di calcio quale sono non voglio astenermi da questo che, lo voglio sottolineare chiaramente, non è nient'altro che un giochino senza alcun valenza reale.

Sono infatti convinto che gli unici paragoni proponibili sono quelli fra atleti della stessa età e della stessa epoca.

Premesso ciò vorrei fare presente come le vittorie ottenute da Maradona con il Napoli e con la sua Nazionale abbiano uno spessore tecnico ben diverso da quelle ottenute da Messi a Barcellona, infatti con la Selecciòn albiceleste fino ad oggi non ha vinto nulla.

Maradona arrivò a Napoli nell'84 in una squadra che faceva fatica a salvarsi dalla retrocessione dove i presunti campioni rispondevano al nome di Carannante Marino Dal Fiume Celestini e Penzo, e gli unici giocatori di un certo rilievo erano Bagni ed un ancora minorenne Ciro Ferrara.

Negli anni a seguire qualche giocatore discreto venne acquistato ( Giordano, De Napoli e poco altro ) ma è innegabile che chi portò in soli tre anni una formazione da retrocessione allo scudetto fu all'80% proprio Maradona.

Messi esordisce in prima squadra a Barcellona nel 2005-2006 vincendo il Campionato e la Champions; la situazione tecnica è però assolutamente imparagonabile a quella del Napoli dell'87 poichè in quel Barça già giocavano Ronaldinho Eto'o Puyol, Xavi ed Iniesta ed altri ottimi giocatori.

La differenza di condizioni ambientali tra i 2 si fa ancora più evidente se consideriamo le prestazioni in Nazionale. Nell'86 Diego vince il Mondiale in Messico portando sul podio gente come Brown Cuciuffo Ruggeri Barbas Pasculli ed Olarticoechea ( tranquilli non è una malattia ) e 4 anni più tardi viene scippato del titolo in una scandalosa finale contro la Germania giocando insieme a fenomeni del calibro di Dezotti Giusti Troglio Caniggia e Serizuela.

D'altro canto Messi toppa con la Nazionale l'edizione del 2006 e del 2010 nonostante abbia avuto tra i compagni d'avventura Zanetti, Crespo,Cruz,Riquelme, Veron, Di Maria, Tevez, Aguero,Mascherano,Samuel, Higuain. Saviola etc.etc.

Non mi sembra ci sia bisogno di molto altro per determinare la maggiore incidenza sui risultati delle proprie squadre di Maradona rispetto a Messi.

23 commenti:

Ernest ha detto...

Mi allineo anche secondo me Maradona!

Inneres Auge ha detto...

Messi toppa al mondiale 2010 con Maradona in panchina

Euterpe ha detto...

@ inneres auge
hai ragione, secondo te Diego lo ha fatto apposta?

Inneres Auge ha detto...

Non credo però è un dato di fatto che come allenatore è una mezza sega.

DiamondDog ha detto...

Giustamente sono epoche diverse, quindi il paragone è molto difficile.
Però una cosa la condivido totalmente.
Maradona vinceva da solo le partite, Messi no.
Resta però il dubbio se nel calcio di oggi un giocatore da solo possa tanto.

LeNny ha detto...

Epoche diverse e calcio totalmente cambiato ma Maradona resta il numero 1. Da solo vinceva le partite e con la palla incollata a quel sinistro divino faceva cose che non ho visto fare da nessun altro al mondo. Lui è il calcio ancora oggi, poi vengono tutti gli altri. EXTRATERRESTRE!

Ciao ragazzi. :)

SigurRos82 ha detto...

Beh insomma, è vero che è il Barcellona come squadra a giocare splendidamente, ma qualche castagna dal fuoco Messi gliel'ha tolta...anzi, più d'una ;)
Per il resto Messi è ancora giovanissimo, ha ancora tempo di fare a differenza anche in nazionale :P

E poi ad essere sincera ho sempre provato una antipatia immane per la boria di Maradona come persona. Non è il genere di personaggio che tendo a stimare, indipendentemente dal suo talento.

Euterpe ha detto...

@ diamond dog
sicuramente nel calcio moderno è molto più difficile se non addirittura impossibile vincere da solo.
@ lenny
sono d'accordo.Non rieco ancora a postare da te :(
@ sigur ros
neanche a me Maradona è mai stato simpatico e come uomo non l'ho mai apprezzato però calcisticamente bisogna ammettere che era superlativo

unwise ha detto...

dopo "la mano de dios" non l'ho più considerato...

Euterpe ha detto...

@ unwise
peccato perchè dopo 10 minuti ha segnato il gol più bello della storia del calcio! ;)

unwise ha detto...

dopo quello, poteva anche trovare la cura per il cancro e andava appena in pari...:)

DiamondDog ha detto...

Ma se stessimo giudicando l'uomo invece che il calciatore saremmo qua a incensare Damiano Tommasi....

LeNny ha detto...

@Euterpe:

Solo da me non riesci a postare? Hai fatto quanto ti ho suggerito nell'altro post? Provato altri browser? Mi sembra strano, i problemi dovrebbero essere risolti.

Ciao, a presto. :)

Harmonica ha detto...

A Messi mancano due cose che aveva Maradona: il carisma ed il carattere, guardalo nella Nazionale, non riesce a prendersi in mano la squadra. Del resto non avendo due come Xavi ed Iniesta che giocano per te, la vedo dura. Maradona nell'86 e nel '90 con una squadra di scarpari è riuscito a vincere un mondiale e a disputare una finale.
Se poi vogliamo fare una graduatoria "all time", il mio favorito è George Best: faceva le stesse cose che fa ora Messi in un calcio che andava a trenta all'ora.

Euterpe ha detto...

@ harmonica
a noi che piacciono i Beatles in genere piace anche George best

Zio Scriba ha detto...

Anche se non mi piaceva come persona (non che mi faccia impazzire Messi, con quella faccetta da finto pulitino ipocritino a modino) e meno ancora come allenatore, credo che la grandezza del Maradona giocatore sia irraggiungibile, anche se pure l'altro è ovviamente un supercampione.

p.s. dimmi se hai ancora problemi a commentare da me: in tal caso provo anch'io a mettere la pop up

Euterpe ha detto...

@ zio scriba
si nick purtroppo continua a farmi lo stesso giochetto,esattamente come hai descritto tu qualche giorno fa.

Mr Montag ha detto...

Nel calcio di oggi nessun giocatore potrebbe vincere da solo.
Detto questo, il Napoli era una squadra mica male, con il numero dieci affidato a un dio.
Sulla nazionale, chissà se senza quella manina Maradona avrebbe vinto qualcosa in nazionale. Personalmente, non credo.
E poi, nessuno come Baggio (scusate, ma una fede non si rinnega mai :)

giardigno65 ha detto...

grandi giocatori entrambi, hai ragione Maradona solista unico ...
ma Messi che velocità palla al piede !

yashal ha detto...

Epoche, allenamenti, stile di gioco...troppe cose diverse per poter decidere. saluti laziali

http://mondobiancoceleste.blogspot.com

popsylon ha detto...

Messi quello che prende il GH?

LeNny ha detto...

Da calciosudamericano.it:

Ricordate cos'è successo il 22 giugno 1986 allo stadio Azteca di Città del Messico? Avete indovinato: il trionfo dell'Argentina sull'Inghilterra, la doppietta di Diego Armando Maradona, la "mano de Dios". Soprattutto, il gol definito come il "gol del siglo", il gol del secolo, ovvero il secondo segnato agli inglesi: partenza da centrocampo, quattro avversari saltati come birilli, stessa sorte per Shilton e palla depositata in rete. Tutto col formidabile, magico piede sinistro.

Compie 25 anni il gol più bello di sempre. Bello, importantissimo e dal significato speciale: d'accordo, rete del 2-0 e Inghilterra ricacciata indietro nel proprio tentativo di recuperare lo svantaggio, siglato dal pugno malandrino di Diego. Ma quelli sono soprattutto gli anni successivi alla guerra combattuta da Argentina e Inghilterra per il possesso delle isole Falkland (in inglese, Malvinas in spagnolo). Guerra vinta dai britannici, e per questo quel gol, oltre alla straordinaria bellezza in sè, ha sempre avuto nell'immaginario collettivo della gente argentina il sapore della rivincita, consumatasi non su un campo di battaglia ma di calcio.

Da brividi la narrazione della prodezza da parte di Victor Hugo Morales, storico radiocronista di Radio Continental. Cercatela su YouTube, ne vale la pena. Un'emozione indicibile anche per lui, esaltato a tal punto da sfiorare la commozione. "Voglio piangere" dice Morales, e poi ancora "è una cosa da piangere, scusatemi". Sembra che lo faccia davvero, da come la voce gli si incrina. Lacrime anche per l'Inghilterra, sconfitta ed eliminata da quel mondiale che Maradona conquisterà da protagonista, con gol e assist vari. Ma la scena di quel torneo se la prenderà tutta quella rete. Messi più grande di Maradona? Segni un gol del genere in un quarto di finale di un mondiale e se ne può riparlare.

riccardo uccheddu ha detto...

Parlando esclusivamente di tecnica: Maradona faceva quel che faceva quando esisteva ancora la marcatura ad uomo (ehi, senor Gentile!) e sapeva non solo andare in gol ma anche impostare, "cucire" tutta un'azione grazie alla quale mandava in gol anche altri.
Sapeva saltare l'uomo pressochè da fermo ed aveva un tocco di palla che sembrava quello di una farfalla.
Certo Messi non è un giocatore del Maracalagonis, ma Dieguito era di un altro pianeta.
Ciao!