giovedì 3 dicembre 2009

Non è un tennista!



Chi era appassionato di tennis ai tempi di Borg,Connors e McEnroe probabilmente si ricorderà dei gemelli Gene e Sandy Mayer, molto forti nel doppio ma discreti anche in singolare.Vi ho premesso questo perchè nel 2002 quando ho sentito per la prima volta nominare John Mayer l'ho inconsciamente collegato ai 2 tennisti anni 80.Una volta appurato che con i suddetti non aveva nulla a che fare,anche perchè Mayer è un cognome piuttosto diffuso,ho apprezzato ma senza eccessivo trasporto il singolo dell'epoca Your body is a Wonderland.Qualche anno dopo me lo ritrovo number 1 della Billboard Chart con Waiting on the world to change e quindi mi prendo l'album intitolato Continuum ma mi delude abbastanza.Circa 3 settimane fa vengo a sapere dell'uscita del nuovo album di John dal titolo Battle studies ma passo oltre;la settimana scorsa vedo che il disco ha debuttato alla numero 1 degli album più venduti in America ma persisto nella mia indifferenza fino all'altro ieri quando sento per la prima volta Who says il primo singolo estratto,che potete ascoltare live ad inizio post,ed allora mi convinco che una seconda chance si può concedere e mi procuro l'album che però non ho ancora ascoltato.Avrò fatto bene?

8 commenti:

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

your body is a wonderland mi piaceva molto
poi sono rimasto come te ad ascolticchiarlo ogni tanto senza troppa convinzione
il disco nuovo però non è niente male, ci sono dentro una manciata di ottime canzoni

Euterpe ha detto...

@ marco
appena posso gli darò un'ascoltata se poi ne vale pena lo recensisco pure se no pazienza

il Russo ha detto...

Togli sti minchia di fiocchi che mi distraggono mentre leggo il post!!! ;)

Harmonica ha detto...

Ma si dai, un ascolto concediglielo... non mi sembra malaccio...

Magrì Dennis ha detto...

Bellissima canzone, mi ricorda un pò la mia infanzia.
Bel blog.

Saluti,
www.internotizie.blogspot.com

Resto In Ascolto ha detto...

la trovo abbastanza bruttarella.

Max ha detto...

Senza infamia e senza lode...ma una seconda opportunità non si nega a nessuno... ^_^

Euterpe ha detto...

@ max,resto in ascolto,magri dennis,harmonica
mi rendo conto solo ora che l'arpeggio su cui si regge tutto il pezzo è mooolto simile a quello di Her Majesty dei Beatles.