domenica 23 maggio 2010

Alzala Capitano ! Alzala !!!!


Io vengo da lontano.Cosa volete che vi dica? Mio Papà, che Dio lo benedica, mi ha portato a San Siro per la prima volta quando ancora dovevo compiere 5 anni in una notte di Coppa dei Campioni nel settembre del 71!Mi sono fatto 25 anni di tessera allo stadio ed ho smesso solo quando per lavoro non potevo più essere in Italia con continuità.Durante quasi 40 anni della mia esistenza ho sempre convissuto con il sogno di poter gridare al capitano della squadra : Alzala Capitano Alzala !
Ho dovuto attendere tantissimo tempo passando una serie infinita di delusioni cocenti e di sfottò crudeli da parte di milanisti e juventini.I tantissimi ragazzini che ieri notte festeggiavano con me non ne sanno nulla del Beveren del 79 del Malmoe dell'89 o del Lugano del 95,ma io me le ricordo molto bene,così come mi ricordo la sofferenza da esule del tifo per l'eliminazione del 2003 ,contro il Milan dopo un doppio pareggio, vissuta mentre stavo lavorando in Grecia.
Vi confesserò comunque che anche di fronte alla gioia più grande mi rendo conto che il dolore vince sempre, per lo meno per me. La rabbia e lo sconforto che ho provato nei momenti più tristi hanno avuto un'intensità molto più grande della soddisfazione per i recenti trionfi.Nonostante ciò da ieri sera, sportivamente parlando,la mia vita cambia,d'ora in avanti sento che non sarà più lo stesso : no time like the first time ha detto qualcuno.Ora mi immedesimo perfettamente nel protagonista di febbre a 90 di Nick Hornby che dopo aver raggiunto lo scopo del traguardo più grande si sente come se avesse portato a termine la propria missione.
Meglio di quest'anno non potremo mai fare e sono anche contento che tutto sia successo ad un'età adulta così non dovrò lamentarmi più avanti con qualche amico dicendo :" Ma ti ricordi di quella notte quando eravamo giovani ?".Altra soddisfazione non da poco è che adesso le immagini a colori le abbiamo anche noi, e i colori sono nerazzurri!Incredibilmente nel momento più bello non mi viene nessun sentimento di rivalsa nei confronti di nessuno, questa vittoria è mia e la condivido solo con chi prova i miei stessi sentimenti anche se la maglietta di Materazzi con scritto Rivolete anche questa? è da Oscar dell'ironia.Ovviamente i vessilli che ho esposto alle finestre di casa ci rimarranno tutta estate perchè se è vero che l'uomo ieri sera ha concluso un suo ciclo esistenziale c'è un ragzzino di 16 anni che non smetterà mai di gridare : " ALZALA CAPITANO ALZALA !!!!!! "

14 commenti:

kempest ha detto...

finalmente dopo cocenti delusioni,dopo aver passato decenni a veder trionfare gli altri,dopo aver sofferto gli sfotto' di tutti siamo i campioni d'europa.Mi unisco anch'io al grido:" ALZALA CAPITANO ALZALA !!!!!! "

Maurizio Pratelli ha detto...

Hai anticipato il mio post, appendo la sciarpa al chiodo. Grandissimi!!!!!

allelimo ha detto...

Complimenti, avete vinto con merito :)

silvano ha detto...

Già alzala capitano alzala e sto giro se l'ha alzata. Immensi. Irripetibili? Spero di no.

vittoriobond ha detto...

ho fatto le mie congratulazioni ad altri, mi par giusto farle anche a te.
ormai, calcisticamente parlando, posso godere solo delle disgrazie dell'altra squadra di torino (e per fortuna ultimamente ce ne stanno dando) e poc'altro. la vostra vittoria di ieri contribuisce ai rosicamenti di quell'altra metà, per cui: bene così.
siete una grande squadra, avete (avevate?) un grande mister, un grande capitano, un supermilito.
ps: dal tuo post deduco che siamo coetanei.
congratulazioni ancora. invidioti immensamente. non oso pensare come potrei sbarellare se una cosa del genere potesse capitare al mio povero torello...
ciao
Vittorio

LeNny ha detto...

Il sogno è diventato leggenda: SIAMO NELLA STORIA!

Un saluto fratelli Nerazzurri. :)

LeNny

Inneres Auge ha detto...

La vittoria di una squadra i cui calciatori e allenatore, sono pagati da un petroliere che paga i suoi operai come dei mendicanti. Un illusione di gioia nella vita umana, la propria squadra che vince il torneo più importante. Ed ora torneremo ipocritamente patriottici per tifare la nazionale...

Zio Scriba ha detto...

Si sentiva il bisogno del pistolotto del capoclasse anticalcistico... comunque Moratti (che di certo non è un santo, come non lo è nessuno di noi) è l'unico nel suo ambiente a destinare tempo e milioni per numerosissime cause, da Emergency agli Inter Campus che aiutano migliaia di bambini poveri nel mondo, mentre altri preferivano usare i soldi per pagare gli arbitri o le puttane da fornire agli arbitri stessi...

Scusa la divagazione, meraviglioso Amico Nerazzurro. Tornando a noi, e ad Alzala Capitano Alzala, se fossi un vignettista, di questi tempi Zanetti lo ritrarrei così: mentre si allena in palestra con un manubrio da sollevamento pesi, stracarico di coppe e di trofei!
Felicità, e compassione per chi non ha l'animo abbastanza infantile per capirla!!!!

Orgoglio nerazzurro ha detto...

A inizio stagione non avrei puntato nemmeno un centesimo sull'Inter in finale, addirittura VINCENTE!!!
CAMPIONI!!!!!
Che urlo, incredibile, non trovo neppure le parole!
Un caro saluto.

Harmonica ha detto...

complimenti davvero, avete dato una lezione di calcio ai mangiacrauti, e quel che più conta per me, è stato vendicato il furto del 17 febbraio 2010.
E quello stronzo di Platini, dai sorrisi di allora alle smorfie di ieri; ma che è tifoso del Bayern ?
Ciao grande.

Resto In Ascolto ha detto...

La festa di matrimonio più "breve" (solo 6 ore invece delle canoniche 10-11) e noiosa della storia è servita per farmi tornare in tempo a casa per godermi lo spettacolo. . . . E VAIIII ...sono ancora senza voce ....

Bruno ha detto...

come ti lasciai scritto in qualche post fa, ho il sangue granata ma ho seguito l'inter come se fosse la mia squadra ..... sono contento ...

Ernest ha detto...

una gran bella vittoria, un allenatore che capisce veramente di calcio e soprattutto di gestione di un gruppo, e un fenomeno di punta... incredibile principe!
un saluto

Absinto ha detto...

Lacrime di gioia.

Non ci credo ancora.

E son riuscito a vedere la Coppa dal vivo a San Siro nelle mani del Capitano.

Lacrime.