lunedì 22 aprile 2013

L'importante è che sia Roots



Di certo una cosa non si può dire di Darius Rucker è cioè che non sia un tradizionalista. Prima però dovrei spiegare a chi non lo conosce chi è Darius Rucker. Tanto per cominciare diciamo che è un simpatico musicista 47enne del North Carolina che, tra il 1994 ed il 1995, con il suo gruppo dell'epoca, gli Hootie and the Blowfish, stabilì dei record impensabili per i giorni nostri : ovverossia vendette circa 15 milioni di copie, nei soli Stati Uniti, dell'album di debutto Cracked Rear View. All'epoca questa band venne giustamente etichettata come esponente dell'American Roots Rock ( ascoltare il clip del loro primo singolo qua sotto per conferma ). Purtroppo la favola di quella band durò poco tempo ed all'inizio del nuovo secolo erano già parte del passato. Darius però ha continuato la carriera come solista ed ha spostato i suoi interessi musicali più verso il country. Giunto ormai al quarto disco da solista eccolo svettare nella classifica di Billboard con il brano che potete ascoltare ad inizio post dal titolo Wagon Wheel estratto dal nuovo album True Believers.
Dopo un attento ascolto non potrete che convenire che quest'uomo è stato un tradizionalista quando faceva Rock ed a maggior ragione lo è oggi proponendo questo tipo di Country music.

1 commento:

nella ha detto...

Sai Euterpe che lo ricordavo vagamente, ma i suoi prodotti sono molto migliori di altri proposti attualemnte e che vanno per la maggiore!