lunedì 13 febbraio 2012

THE WORLD RADIO DAY

"Amo la radio perché arriva dalla gente
entra nelle case e ci parla direttamente
se una radio è libera ma libera veramente
piace anche di più perché libera la mente"



Oggi, lunedì 13 febbraio 2012, si celebra la prima GIORNATA MONDIALE DELLA RADIO.La Giornata promossa dall'Unesco coincide con l'anniversario della prima trasmissione radiofonica delle Nazioni Unite. Per chi è abituato a seguire in diretta sul web quello che succede in ogni angolo del mondo, può risultare difficile ricordarsi che non ovunque esiste una connessione internet e che la radio è l'unico mezzo di comunicazione in grado di raggiungere veramente un numero indefinito di persone. In molti Paesi la sua esistenza è fondamentale per garantire quella libertà di espressione che viene spesso censurata per tenere la popolazione in uno stato di ignoranza tale da obbedire ai governi più dispotici. La libertà a volte viene cinguettata, altre volte naviga su onde radio.

http://www.academiadelaradio.es/diadelaradio/index.html

4 commenti:

Inneres Auge ha detto...

viva la radio!

Harmonica ha detto...

la radio non morirà mai. e mi tiene ancora compagnia.

DiamondDog ha detto...

totally agree, tra l'altro il Finardi dei bei tempi era un bel sentire!

Blackswan ha detto...

A me manca tanto la radio di un tempo, quella degli sceneggiati, di Arbore, Boncompagni e Patrocloooo, del calcio vissuto sulle parole.Adesso, mio malgrado, non l'ascolto più.Ci provo,ma ovunque giri,trovi solo pubblicità e ciofeconi musicali di plastica.